image_print

 

INFRASTRUTTURE: PRONTI A PARTIRE NUOVI CANTIERI PER LA REALIZZAZIONE DEL LOTTO PRIORITARIO’ DELLA CICLOVIA TIRRENICA NELL’IMPERIESE E NELLO SPEZZINO CON LA CONSEGNA DELLE AREE ALLE IMPRESE

Genova. Sono pronti a partire nel ponente e nel levante ligure i nuovi cantieri per la realizzazione del ‘lotto prioritario’ della Ciclovia Tirrenica, finanziato per complessivi 34,5 milioni di euro attraverso il Pnrr, fondi statali, fondi regionali e fondi Fsc 21-27. Concluse entro la fine del 2023 le fasi di gara e aggiudicazione, la prossima settimana verranno infatti consegnate alle ditte aggiudicatarie le aree dei lavori: nell’imperiese si procederà alla realizzazione della nuova tratta lungo l’ex sedime ferroviario dismesso della linea Genova – Ventimiglia per complessivi 7,1 km circa da Andora a Cervo fino a Diano Marina fino all’inizio della cosiddetta ‘Incompiuta’ (stralci 1 e 2), alla messa in sicurezza del sedime dell’Incompiuta’ tra Diano Marina e Imperia attraverso Capo Berta per la successiva realizzazione della ciclabile (stralcio 3, fasi A e B) e alla manutenzione straordinaria della pista ciclopedonale di circa 24 km tra San Lorenzo al Mare e Ospedaletti (stralcio 4); nello spezzino si procederà alla realizzazione del nuovo tratto di pista ciclopedonale tra il Comune di Sarzana e Fosdinovo e nel Comune di Castelnuovo Magra (stralcio 5, substralci 1 e 2). Partirà poi a luglio il cantiere anche per i tratti di Luni e Sarzana (stralcio 5, substralcio 3).

“Nel pieno rispetto delle tempistiche annunciate dalla Regione Liguria a fine 2023, la fase esecutiva del lotto prioritario della Ciclovia Tirrenica prosegue e lo fa in linea con gli obiettivi del Pnrr – commenta il presidente ad interim della Regione Liguria Alessandro Piana -. Consapevoli che quella infrastrutturale è una sfida cruciale per il territorio, lavoriamo per dare alla Liguria la sua ‘via alternativa’ che promuove un turismo in grado di garantire tutela del paesaggio e dell’ambiente circostanti”.
“Dopo aver già realizzato il tratto da oltre 28 chilometri tra Imperia e Ospedaletti e aver avviato l’anno scorso l’intervento lungo i 14 chilometri tra Ospedaletti e Riva – ricorda l’assessore alle Infrastrutture Giacomo Giampedrone, che nelle prossime settimane effettuerà alcuni sopralluoghi – siamo pronti a far partire anche gli altri cantieri a ponente e a levante, aggiungendo ulteriori importanti tasselli nella realizzazione della Ciclovia Tirrenica, nel pieno rispetto dei tempi previsti dal Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, principale fonte di finanziamento del ‘lotto prioritario’. La conclusione di questi stralci è prevista entro il 2025, quando la Liguria vedrà realizzata gran parte di questa infrastruttura strategica che tra pochi anni collegherà Ventimiglia a Sarzana e poi fino a Roma, con positive ricadute anche non solo sotto il profilo ambientale ma anche sul tessuto economico e turistico di tutto il nostro territorio”.
Concluso l’intervento di messa in sicurezza dell’Incompiuta (stralcio 3), sarà realizzata la pista ciclopedonale, che sarà collegata con quella già realizzata dal Comune di Imperia grazie al finanziamento attraverso i fondi Fsc 2021-2027 così da dare continuità al percorso. Il tratto tra Andora e Cervo fino a Diano Marina (Stralcio 1) si collega a levante con la pista ciclopedonale di Andora di 2,3 km attualmente in corso di realizzazione da parte del Comune anche con fondi regionali per oltre 1 milione di euro e consentirà di raggiungere la nuova stazione ferroviaria di Andora, garantendo l’intermodalità.

Dal punto di vista progettuale, a ponente la Ciclovia Tirrenica prevede un percorso che sfrutta dapprima l’ex sedime ferroviario collegandosi poi al tracciato dell’Incompiuta per realizzare, nel complesso, un nuovo tratto di pista ciclopedonale quasi totalmente in pianura.
Nello spezzino, la realizzazione del lotto prioritario copre un percorso di 14,8 chilometri tra Sarzana centro e Marinella di Sarzana (confine con Toscana) attraverso i comuni Sarzana, Fosdinovo, Castelnuovo Magra e Luni. Questa tratta è finanziata con 14 milioni e 114.123 mila euro di cui quasi 13 milioni di euro (12.957.000 euro) a valere su fondi Pnrr e 1 milione e 166 mila euro a valere su fondi statali trasferiti dalla Regione Toscana per il lotto di Fosdinovo.
Dal punto di vista progettuale, questo tratto di Ciclovia Tirrenica corre prevalentemente lungo gli argini del Canale Lunense con la realizzazione ex novo di alcuni tratti e il restyling dei percorsi già tracciati, garantendo il collegamento con il tratto toscano.
(C.S.)
Sabato 15 giugno 2024 – Anno XVIII