image_print
Vector illustration of a coffee cup with vibrant colors and a cartoon style.

 

Genova. “Drama”, uscito lo scorso 15 maggio per la casa editrice abruzzese Neo Edizioni, è un romanzo sferzante, a tratti ironico, pop, uno sguardo tagliente sui cortocircuiti della società, dei social, una messa in discussione delle idee di colpa e giustizia che dominano l’epoca in cui viviamo.

Atmosfere da party e locali londinesi, il sarcasmo della protagonista Eva su questa patina di società in cui si muove con apparente leggerezza e disarmo.

Quando Daniele viene accusato di stupro da Christine, Eva – loro collega alla Little Dreams – si trova all’improvviso circondata dai fantasmi del passato che l’avevano portata a lasciare l’Italia per trasferirsi a Londra. Ora intorno a lei nessuno sembra avere dubbi: Daniele è colpevole, perciò va licenziato ed emarginato.

L’unica a farsi delle domande è lei. Cosa è successo davvero? Perché nessuno sembra interessato a come le cose siano andate realmente? E più le domande aumentano, più si allungano le ombre che hanno accompagnato Eva nell’arco della sua esistenza. Il peso delle menzogne cresce. Il senso di colpa si fa insostenibile.

La vita di una giovane donna – una donna in conflitto con la famiglia, il lavoro, i dogmi, le aspettative sociali, il senso di colpa, il proprio corpo – diventa il racconto dei subdoli meccanismi dell’epoca del sospetto e della gogna mediatica in cui si vive.

Leggerlo è come guardarsi allo specchio e scoprire che sono i pregiudizi, la ricerca di un capro da sacrificare all’altare della virtù, a dover terrorizzare più di ogni altra cosa. E la consapevolezza che la lente attraverso la quale si osserva il mondo sarà sempre, inevitabilmente distorta.

Annina Vallarino e nata a Genova, ha compiuto i suoi studi in Italia e a Londra, dove ha lavorato per dieci anni come producer editoriale. Ha collaborato con giornali e magazine scrivendo di cultura e società. Ha una pagina social, maileggera, che non aggiorna quanto vorrebbe. Ora vive nel sud della Francia.
(C.S.)