image_print

Alassio. E’ lo splendido Corsa 915 “Farfallina 2” di Davide Noli (YC Sanremo) a chiudere in testa alla classifica della prima giornata di prove della classica Settimana Internazionale della Vela d’ Altura di Alassio.

Noli è balzato in testa aggiudicandosi la seconda delle due prove disputate ieri. “Sarchiapone Fuoriserie” di Gianlugi Dubbini, che si era aggiudicato la prima prova, è al secondo posto della graduatoria con lo stesso punteggio ai Noli. In terza posizione c’è “Low Noise II” di Valerio Luigi Dabove.

Regate spettacolari, che si svolgono nella Baia del Sole, e che sono valide anche come qualificazione per il Campionato Italiano assoluto per la classe ORC.

Ad organizzare l’evento è il Circolo Nautico Al Mare. In acqua imbarcazioni di alto livello che concorrono nelle classifiche IRC ed ORC. Tra le favorite, oltre alle tre barche per ora in testa alla graduatoria, ci sono “Miss K Checkmate” di Pier Marco Babando, “To Be” di Stefano Rusconi e “Skarp” di Vincenzo De Falco.

Oggi si spera di riuscire a portare a termine almeno altre due prove: la manifestazione prevede che ne possano essere disputate al massimo cinque. E proprio nel pomeriggio la flotta verrà ripresa dalle telecamere dalla Rai mentre i ciclisti della Milano-Sanremo transiteranno nella baia del Sole: così la regata, anche se per pochi istanti, avrà milioni di spettatori.

“Siamo soddisfatti del calendario della stagione 2022- spiegano al CNAM -che siamo comunque riusciti ad allestire tenuto anche conto che l’emergenza sanitaria ha molto rallentato sia la pubblicazione del calendario, sia le operazioni a terra. Dopo quello degli Optimist, questo è il week end dell’Altura, mentre ad aprile avremo quello della Smeralda, una riconferma di grande prestigio per la nostra realtà”. Questa la classifica dopo la prima giornata: 1) “Farfallina II” di Davide Noli, 3; 2) “Sarchiapone Fuoriserie” di Gianlugi Dubbini, 3; 3) “Low Noise II” di Valerio Luigi Dabove,6 ; 4) “Miss K Checkmate” di Piermarco Babando,9; 5) “To Be” di Stefano Rusconi, 10; 6) “Skarp” di Vincenzo De Falco, 11; 7)”Suspiria the revange” di Antonino Venneri, 14; 8) “Spirit of Nerina” di Paolo Sena, 22; 9) “Horatio” di Massimiliano Rizzo, 23; 10) “Kryos” di Roberto Fossati, 24.
(Claudio Almanzi)