image_print

Milano. Dopo aver ricevuto l’8 settembre scorso la cittadinanza onoraria di Castellaneta (TA), Vasco Rossi ha annunciato il titolo del nuovo attesissimo album in uscita il prossimo 12 novembre; è stato lo stesso Komandante a darne notizia in «anteprima esclusiva mondiale abusiva» su suoi followers, mentre mancano meno di due mesi alla sua pubblicazione.

Il titolo è “Siamo qui”, come quello della canzone che ha dato l’avvio all’intero nuovo lavoro: il video di “Siamo qui” è stato girato in Puglia, nella zona dei 21 archi, il viadotto che attraversa le campagne di Spinazzola nelle Murge, per la regia di Pepsy Romanoff, con la modella e attrice Alice Pagani protagonista.

«Ed eccovi Alice – ha scritto Vasco – l’attrice del nuovo video kolossal che abbiamo girato in questi giorni in una suggestiva località segreta della Puglia».

Negli stessi giorni gli è stata conferita la cittadinanza onoraria di Castellaneta dove Vasco, non solo trascorre le sue vacanze da dieci anni, ma ci prepara anche i concerti convocando tutta la produzione.

Già Cittadino della Puglia Creativa con il governatore Nichi Vendola nel 2014, il rocker di Zocca è anche castellanetano, «come Rodolfo Valentino».

Dopo dieci anni di frequentazione ininterrotta a Castellaneta Marina, Vasco Rossi è diventato finalmente cittadino onorario di Castellaneta; un progetto nato due anni fa che, a causa della pandemia, si è concretizzato solo ora, grazie alla volontà unanime dell’intero consiglio comunale di Castellaneta, a testimonianza del legame che il rocker ha costruito nel tempo con la comunità valentiniana. La scelta di conferire la cittadinanza onoraria nasce non solo per l’indiscusso valore artistico del cantante ma, soprattutto, per l’attaccamento al territorio castellanetano.

Vasco si è letteralmente innamorato di queste bellezze naturalistiche, del paesaggio, dei sapori, dello stile di vita che gli permette di riposare ma anche di lavorare proficuamente: qui, infatti, sono nate le sue nuove idee, i suoi ultimi progetti e qui si sono svolte anche le prove di alcuni suoi concerti.

Castellaneta Marina è il suo buen retiro e lui per Castellaneta è testimonial spontaneo e autentico della vocazione turistica e naturalistica del territorio.

Questo riconoscimento ha emozionato Vasco, tanto da dichiararsi «onorato, lusingato e fiero di essere castellanetano».

A Castellaneta sono convinti che questa è solo la prima di altre iniziative che verranno organizzate con lui a favore della cittadina, perché dall’8 settembre il Blasco nazionale è castellanetano.

Tornando all’album, il preorder è già disponibile su Amazon.it in diverse versioni: un doppio vinile colorato e autografato, 2 vinili nero standard, cd deluxe Amazon, cd digipack e un box deluxe numerato in edizione limitata e numerata di 2000 copie contenente il cd, 2 vinili neri, 45 giri col singolo “Siamo qui”, 45 giri con 2 versioni in acustico, una t-shirt e un cappellino col logo dell’album, un libro fotografico.

Si avvicinano anche le date dei primi concerti post-pandemia: sono oltre 60.000 biglietti già acquistati perla prima data a Trento il 20 maggio prossimo, evento speciale al parco Trentino Music Arena (circuito vendite Vivaticket all’indirizzo vascolive.vivaticket.it).

Questo è un dato che fa ben sperare per i live del 2022, è palpabile la grandissima voglia di ricominciare, voglia di rivedersi di riabbracciarsi, «ne abbiamo tutti un gran bisogno: dopo due anni senza musica “siamo qui”, tutti pronti a ricominciare».

Gli altri live di Vasco sono già tutti “sold out”, trattandosi delle date inizialmente previste nel 2020 che sono state riprogrammate, causa covid, per il 2022; i biglietti acquistati nel 2019 sono validi per le corrispettive date come segue: 24 maggio 2022 Milano, 28 maggio Imola, 3 giugno 2022 Firenze, 11 e 12 giugno Roma.
(Franco Gigante)