1

“Music of the spheres” è il nuovo album dei Coldplay dal 15 ottobre

Milano. Esce oggi il nono album “Music of the spheres” dei Coldplay.

L’album, prodotto da Max Martin, è stato annunciato dalla band su Instagram con una nota scritta a mano insieme ad un album trailer (https://youtu.be/lQenG42hyE8) che unisce una sorta di viaggio cosmico animato attraverso i pianeti dell’universo rappresentato sulla copertina dell’album con brevi estratti delle 12 canzoni che lo compongono.

Nel post scritto dalla band c’è anche un ulteriore elemento collegato al mondo sci-fi racchiuso nella frase ‘Everyone is an alien somewhere’ (ognuno è alieno da qualche parte).

L’annuncio di “Music of the spheres” è iniziato con la creazione di un sito web e di un account sui social media intitolato “Alien Radio FM”.

L’album è sato anticipato dal singolo “Higher power” (ha oltre 260 milioni di streaming, è certificato oro in Italia ed è stato per oltre sei settimane al vertice della classifica radiofonica italiana), seguito da “My universe” in collaborazione con la boy band sudcoreana K-pop BTS,che ha debuttato al n.1 della classifica Bilboard.

Sembra che l’idea di un album a tema spaziale sia stata concepita dalla band da più di 10 anni; il primo riferimento a questo tema è stato in un post sul blog di Roadie41 pubblicato sul sito della band nel 2010, che riporta che Chris Martin proponeva un progetto in studio per costruire un “sistema solare” (http://timeline.coldplay.com/article/roadie-42-blog-118/).

Quando i Coldplay pubblicarono il loro album “Everyday life” nel novembre del 2019, i libretti per il cd contenevano due pagine aggiuntive, con una foto in bianco e nero degli anni ‘30 di un cartello pubblicitario in un vampo che mostrava le parole “Music of the spheres” e “Coldplay coming soon”, nell’angolo in basso a sinistra, accanto a una grafica dell’artwork di questo album; altri accenni allo spazio sono inoltre nascosti all’interno dei video di “Champion of the world”.

A produrre l’album è lo svedese Max Martin che ha scritto o co-scritto 25 canzoni che sono state al n.1 della classifica Billboard, la maggior parte delle quali ha anche prodotto o coprodotto, tra queste “I kissed a girl” (2008) di Katy Perry, “One more night” (2012) dei Maroon 5, “Shake it off” (2014), di Taylor Swift, “Blinding lights” e “Save your tears” (2019-2021) di The Weeknd; con i Coldplay aveva lavorato precedentemente nei brani “Orphans” e “Champion of the world” nell’album “Everyday life”.

In un’intervista, Chris ha dichiarato che Max era profondamente coinvolto nel processo di scrittura delle canzoni e nella scelta delle canzoni che sarebbero state incluse nell’album.

«Nel momento in cui siamo arrivati a Max – aveva affermato Chris Martin – penso che volevamo arrivare al punto in cui siamo, tipo: “Tu fai la tua cosa e noi faremo la nostra. E se funziona, fantastico. E se non funziona, nessuno perde niente”. Max è il nostro produttore in questo momento per qualsiasi cosa facciamo. Così, poco prima che arrivasse “Higher power”, avevo fatto un’intera sessione con lui per provare le canzoni per questo album; ma “Higher power” non esisteva allora. Quindi abbiamo passato tutto questo processo in cui lui diceva: “Sì, no, forse, cambia questo”. Roba da vero Mr. Miyagi. Penso che per qualsiasi motivo, dove lui si trova nella sua vita e dove noi siamo nella nostra, sembrava davvero fresco per entrambe le parti».

Per il tema dell’album Chris Martin si è ispirato alla scena del bar di “Star wars”, pieno di alieni, chiedendosi come potrebbero essere i musicisti nelle altre galassie; in un’altra dichiarazione Chris ha aggiunto che è già da un paio di anni che si chiedono quale possa essere il suono delle band che vivono su altri pianeti.

L’album è ambientato in un sistema solare immaginario chiamato “The spheres” che consiste in nove pianeti, tre satelliti naturali, una stella e una nebulosa: ogni traccia rappresenta un corpo celeste; seguendo la tracklist dell’ album, essi sono: Neon Moon I (“Music of the spheres”), Kaotica (“Higher power”), Echo (“Humankind”), Kubik (“Alien choir”), Calypso (“Let somebody go”), Supersolis (“Human heart”), Ultra (“People of the pride”), Floris (“Biutyful”), Neon Moon II (“Music of the spheres II”), Epiphane (“My universe”), Infinity Station (“Infinity sign”), e Coloratura (“Coloratura”). Un satellite naturale senza nome orbita intorno a Echo, mentre entrambe le lune di Neon orbitano intorno a Epiphane.

La copertina è stata realizzata da Pilar Zeta, un’artista argentina, graphic designer e fashion designer meglio conosciuta per le sue copertine surrealiste degli album. Ha fatto per i Coldplay il collage e l’immagine “Flower of life” che la band ha usato per promuovere l’album “A head full of dreams”.

Nelle canzoni dell’album scritte dalla band, oltre ai BTS, troviamo anche tutti i figli dei membri della band, Selena Gomez, John Hopkins (musicista e compositore britannico, principalmente attivo nell’ambito della musica elettronica) e Stephen Fry (attore, doppiatore, comico, autore tv, sceneggiatore e scrittore), il duo americano r&b composto dalle gemelle Amber e Paris Strother, Jacob Collier (polistrumentista e produttore britannico) e l’italiano Davide Rossi.

Oltre a Chris Martin la band è composta da Jonny Buckland, Guy Berryman e Will Champion.
(Franco Gigante)