image_print

Albenga. A livello nazionale l’Unitre ha compito da poco tempo i quarant’anni, mentre la sezione di Albenga, l’Unitre Comprensoriale Ingauna, ne ha festeggiato 30 nel 2021 e quest’anno chiuderà il suo 31esimo anno accademico proprio sabato pomeriggio. L’appuntamento è per le ore 16 e 30, nel Parco dei Pini della Casa di cura San Michele, ad Albenga, ospiti della benemerita famiglia Nante.

Immersi nell’accogliente e fresca pineta ci saranno i saluti del sindaco Riccardo Tomatis, del presidente Unitre Gustavo Ravera e la consegna dei sigilli accademici.

Quest’anno, malgrado la pandemia, le attività dell’Unitre ingauna sono state numerose: “Siamo riusciti – spiega il presidente Ravera – a tornare alle lezioni in presenza, con tutte le accortezze del caso, ed abbiamo dovuto persino, in certi corsi, attuare, davvero a malincuore, la regola del numero chiuso. Malgrado tutte queste difficoltà e restrizioni abbiamo proposto, nelle tre sedi di Albenga, Borghetto Santo Spirito e Ceriale, ben 56 fra corsi e laboratori con un numero iscritti di poco inferiore ai 300. Per questo motivo posso dire con soddisfazione, che il bilancio dell’anno è stato senz’altro più che soddisfacente. Sabato festeggeremo la chiusura dei corsi, con una conferenza ed un concerto, ma le nostre attività proseguiranno”.

Il programma prevede, alle ore 17, l’intervento del professor Gianni Ballabio su “Le donne nella Divina Commedia” ed alle 18 e 30 l’esibizione del Gruppo musicale “Il ClanDestino” dal titolo: “Le donne di Fabrizio De Andrè”.

“Si tratta – ci ha spiegato Alfredo Sgarlato, docente di Psicologia a Borghetto Santo Spirito ed addetto stampa dell’ Unitre – di due eventi dedicati alle donne, che in un primo tempo erano stati programmati proprio per l’8 maggio e che sono stati poi rimandati alla data di sabato”.

Anche dopo la chiusura dei corsi per la pausa estiva le attività dell’Unitrè Comprensoriale Ingauna non si fermeranno. Lunedì prendono infatti il via “I Lunedi culturali dell’ Unitre” con il primo appuntamento dal titolo: “Onde Barocche: capolavori diocesani tra il 1600 ed il 1750”, con la relazione di don Mauro Marchiano. Seguiranno il 27 giugno “La Cattedrale: cuore della città e libro di pietra” con il professor Carlo Lanteri ed il 4 luglio “Curiosità inedite su Albenga e dintorni” con Gerry Delfino.
(Claudio Almanzi)