image_print

Borghetto Santo Spirito. Ieri pomeriggio nei Giardini Stefano Pittaluga è stata inaugurata la mostra “Li chiamavano Anni ’70”. Si tratta di un nuovo appuntamento culturale, di altissimo livello, che gli Amici del Cinema borghettini hanno allestito, in collaborazione con il Comune di Borghetto, il Premio Cinematografico Stefano Pittaluga ed il Cinema Arena Vittoria della benemerita famiglia Musso.

L’inaugurazione si è svolta, nella Sala Marexiano, alla presenza del sindaco Giancarlo Canepa, della promotrice, fin dalla prima edizione, Maria Carla Calcaterra, di Nadia Ottonello e Luciano Carlino, rispettivamente Vicesindaco e Responsabile del Gruppo Cineforum “Quei Bravi Ragazzi” di Quiliano, del noto critico cinematografico Giancarlo Giraud, Direttore del Club “Amici del Cinema” di Genova, Presidente di ACEC Liguria e promotore del prestigioso Premio Stefano Pittaluga, del filologo Nicola Panizza e di un folto gruppo di appassionati.

Giraud ha introdotto i presenti alla visita con una spettacolare, nostalgica, accorata e dotta carrellata sul cinema italiano e straniero di quegli anni.

“Provocazioni e risate di un decennio di cinema attraverso le locandine” è il titolo della mostra ideata, promossa e organizzata, come quelle analoghe degli scorsi anni, da Marco Tripodi, Lorenzo Zucchetta e dal Cinema Arena Vittoria di Borghetto Santo Spirito, una vivace realtà culturale del paese che, per indefesso e ammirevole impegno della famiglia Musso, arriva quest’anno a festeggiare 68 anni di ininterrotta attività. “L’esposizione – ci ha spiegato Elga Musso – attinge alla vasta mole di materiali d’epoca conservati nell’archivio del Cinema stesso, cui si sono aggiunti per l’occasione pezzi di collezionisti privati della zona ed anche provenienti da fuori regione”. Spettacolari manifesti, materiali e giornali provengono anche dalla personale collezione di Marco Tripodi.

“Rivolgo- conclude la Musso- un sentito ringraziamento a tutti coloro che hanno contribuito alla realizzazione dell’iniziativa e che da tempo assicurano la loro collaborazione con la nostra struttura, cioè il Forum Culturale APS di Borghetto Santo Spirito, Lorenzo Zucchetta, videomaker, Giorgia Fortin, grafica, Nicola Panizza, filologo, Patrizia ed Enzo di Torino e tutti gli Amici del Cinema Arena Vittoria, vicini e lontani. Vorrei infine ringraziare l’Amministrazione Comunale, che, come già in occasione della mostra sugli Anni ’80, risalente al periodo precedente la pandemia, ha fortemente appoggiato il nostro progetto”.

Anche questa interessante mostra ha lo scopo di valorizzare il cinema in generale, ed in chiave locale, proprio lo storico Cinema di Borghetto che, dal lontano 1954, non manca di allietare le estati borghettine, rappresentando un elemento importante del patrimonio culturale non solo della comunità, ma di una importante parte della Riviera di Ponente.

La mostra, che resterà aperta fino al 4 settembre, sarà liberamente visitabile tutti i giorni in orario serale, dalle 21 alle 23. Oltre all’esposizione di celebri locandine, che faranno la gioia non solo degli appassionati, degli esperti e dei collezionisti, ma anche dei turisti e dei curiosi, c’è un luminoso e colorato spazio, dedicato a bambini e ragazzi, nel quale figurine, fumetti, proiettori e giocattoli, legati al mondo del cinema, si prendono la scena, per diventare così ‘co-protagonisti’ dell’esposizione.
(Claudio Almanzi)