image_print

Albenga. Le associazioni cattoliche della  Diocesi di Albenga-Imperia vogliono ricordare due illustri figure religiose diocesane: Padre Marco
Adinolfi e Padre Giovanni Battista Bruzzone. Le Acli, l’ AMCI, Comunione e Liberazione, la Don Bosco Alassio, il gruppo MASCI, il Movimento dei Focolari, l’Ass. Incontro Matrimoniale ed altre realtà del mondo cattolico della Piana stanno organizzando eventi ed iniziative proprio per far conoscere la caratura morale ed etica dei due francescani che tanto hanno dato ai fedeli ed agli studiosi ponentini. Padre Adinolfi è stato uno dei più importanti biblisti italiani. Nato nel 1919 ad Angri (Sa) è entrato nell’ordine francescano nel 1935 ed è stato ordinato sacerdote nel 1942. Arriva ad Albenga nel 1982 su invito di Don Alessandro Sappa, parroco del Sacro Cuore di Albenga, per dare inizio alle settimane bibliche di Nava. Scocca la scintilla di una grande amicizia e stima e da allora si moltiplicano le iniziative che vedono protagonista ad Albenga Padre Marco Adinolfi. Ogni anno moltissime persone , delle quali molti giovani, partecipano ai corsi di Nava. Le Settimane Bibliche vengono organizzate in collaborazione con l’Associazione Monsignor Palmarini di Albenga. Le lezioni sono rivolte anche ai docenti di religione dei vari ordini e gradi d’
istruzione: sono valide infatti come corsi di aggiornamento. I corsi si svolgono, da oltre trent’anni, nei mesi di giugno e luglio, ed in passato vennero anche tenuti da biblisti di fama mondiale come Monsignor Niccolò Palmarini e padre Marco Adinolfi. Per molti anni Padre Adinolfi è stato docente all’Istituto di Scienze Religiose della sede di Albenga ed ha animato incontri e relazioni, su invito della Curia di Albenga-Imperia e dell’Associazione Monsignor Palmarini.

Figura indimenticabile, preparato e disponibile, ha illustrato  ad una moltitudine di persone il testo biblico unendo alla  conoscenza della Parola  la profonda erudizione della letteratura classica. Autore di oltre duecento pubblicazioni è stato professore di Sacra Scrittura presso lo Studium Biblicum Franciscanum di Gerusalemme e presso la Pontificia Università Antonianum di Roma.
Si è spento nella sua terra, nel convento di San Francesco a Cava dei Tirreni , nel 2005 all’età di 86 anni.

Nel ricordare Padre Adinolfi risulta doveroso tratteggiare anche la figura del suo allievo Padre Giovanni Battista Bruzzone, con il quale hanno vissuto esperienze comuni collaborando per varie iniziative. Padre G.B. nasce a Masone (Ge) il 16 Gennaio del 1943.
Ordinato sacerdote dopo i voti solenni nell’Ordine dei Frati Minore il 26 Giugno del 1966, si licenzia in Sacra Scrittura presso l’Istituto Biblico della Pontificia Università Gregoriana di Roma.
Allievo di Padre Adinolfi e del Cardinal Martini ha insegnato presso la sezione di Sanremo. Padre Francescano, ha svolto per molti anni il servizio nella Parrocchia dell’Immacolata Concezione di Bordighera. Fu allievo prediletto di Padre Adinolfi, che definì sempre come suo maestro, del giovane Carlo Maria Martini e del grande Professor Galbiati.
Ha ricoperto a lungo l’ importante ruolo di Ministro Provinciale dell’Ordine dei Frati Minori impegnandosi con passione ed efficacia, lavorando con impegno per la valorizzazione dell’immenso patrimonio culturale francescano ligure. Ha anche insegnato per molti anni Sacre Scritture nella Sezione di San Remo dell’Istituto di Scienze Religiose riuscendo anche qui, come ad Albenga ad appassionare gli allievi allo studio della Bibbia.

Con la presenza di personaggi di così alto livello come Adinolfi, Palmarini e Bruzzone i corsi biblici estivi a Nava erano esperienze umane speciali in cui non solo si cercava di approfondire la conoscenza teologica, ma si facevano incontri ed amicizie profonde, si progettavano interessanti proposte ed eventi futuri, nell’ambito della diocesi ingauna ed in quelle vicine. A quei corsi estivi negli anni presero parte studiosi, docenti, giovani, fedeli e studenti provenienti non solo da altre diocesi, ma anche dall’estero.Padre Giovanni Battista Bruzzone si è spento nell’ Ottobre 2013 all’età di settant’anni  a Bordighera.
(Claudio Almanzi)