image_print

Albenga. Instancabile ed inossidabile la dottoressa Josepha Costa Restagno è sempre attiva e con il presidente Antonio Anfossi assieme alla Sezione Ingauna dell’Istituto Internazionale di Studi Liguri parteciperà alle Giornate Europee del Patrimonio con una interessante iniziativa dedicata ad uno dei più belli edifici storici del comprensorio ingauno: “La Colombera”.
“Si tratta- spiegano Anfossi e la Restagno – di un edificio di grande bellezza monumentale, salvato e restaurato con estrema cura, in un tratto stupendo della Riviera di Ponente in territorio di Albenga ed accanto al percorso della via Iulia Augusta, che è un esempio unico di ambiente mediterraneo intatto, di cui sono stati ricuperati anche “fasce”, vigneto e ulivi”.

In occasione delle Giornate Europee del Patrimonio, domani e domenica, alle ore 17 e 30, l’ edificio, recuperato e restaurato in maniera perfetta grazie alla benemerita Famiglia Deperi, sarà aperto per le visite e per le illustrazione storiche ed ambientali a cura degli studiosi e degli esperti della Sezione Ingauna dell’Istituto Internazionale di Studi Liguri.

“Ringraziamo per l’accoglienza e la disponibilità – concludono all’IISL di Albenga – della famiglia Deperi, artefice del restauro. Alla visita farà seguito un aperitivo offerto dall’ Azienda Deperi”.
Le visite sono gratuite, su prenotazione, limitate a cinquanta partecipanti ciascuna, con la precedenza per i Soci dell’Istituto di Studi Liguri. La Colombera è stata prima possedimento dei Monaci dell’Isola Gallinara, poi proprietà dei Marchesi Ferrero di Ventimiglia. Vanta un passato intriso di storia.

Sovrastata dalla celebre via romana Iulia Augusta, si affaccia sull’Isola Gallinara regalando un panorama mozzafiato. Oggi la Tenuta Deperi si estende per cinque ettari tra vigneti ed ulivi.Le due giornate di visita sono organizzate con il patrocinio del Ministero della Cultura e del Comune di Albenga. Per avere maggiori informazioni sulla Colombera o sulle Giornate Europee del Patrimonio è possibile telefonare al numero 331.4648664.
Claudio Almanzi