image_print

Meike Ye è un ragazzo nato nel 1999 a Prato da genitori cinesi provenienti da Wuzhou. Vive, da quando aveva 4 anni, a Genova Sampierdarena.

È quella che noi definiamo una forza della natura perché è sempre impegnatissimo in innumerevoli progetti.

Intanto, ha avuto l’idea di un blog giornalistico dove vengono raccolte notizie e accadimenti di Genova e provincia, Genova2000 (Genova2000 – il blog telematico di informazione creato da volontari (genova2000live.altervista.org)

L’obiettivo del Blog Genova2000 –è scritto nel ‘chi siamo’- è quello di raccogliere e proporre notizie e approfondimenti di attualità, cronaca, politica, eventi, cultura, musica, arte, spettacolo e sport (e non solo).” Ulteriori notizie si trovano al link REDAZIONE – Blog Genova2000 (genova2000live.altervista.org)

Come blogger, in passato, Meike è stato, dunque, sempre presente alle più importanti manifestazioni locali e, come attivista, si è occupato con passione dei problemi di Genova cercando le possibili soluzioni.

Il Covid l’ha rinchiuso in casa, come tutti noi, ma non ha spento la sua voce: egli ha continuato a parlare attraverso i social.

Si è impegnato, tra l’altro, per invitare le persone a vaccinarsi, unico modo che abbiamo, non solo per non ammalarci, ma per riprendere la vita sociale ed economica.

Se, poi, andiamo a curiosare tra quanto è pubblicato in internet e che lo riguarda, troviamo una sua raccolta di poesie che si fregia di un bellissimo assunto: “Per ogni poesia un’emozione”. Infatti, la parola poetica deve soprattutto farci provare delle emozioni. I suoi versi sviluppano vari aspetti e circostanze della vita, ma forte è l’amore per la sua città, Genova, della quale cita la bellezza ma anche la tragedia del ponte Morandi.

Potete sfogliare il suo libro virtuale al link:

PAGINE e SITI – Poesie di Ye Meike (poesieyemeike.altervista.org)

Meike non dimentica, infine, il paese dei suoi avi, la Cina, che rimane sempre nel suo cuore. Infatti, uno dei suoi sogni è organizzare la festa del Capodanno cinese a Genova. Se volete aiutarlo, potete firmare la petizione:

Petizione · Comune di Genova: Capodanno cinese 2021/2022 a Genova · Change.org

Il Capodanno cinese è una festa molto colorata: festoni, lanterne, fiori rossi addobbano le case e i templi. Poi, ci sono i fuochi d’artificio e i petardi. Fin qui, sembra facilmente realizzabile (naturalmente con un finanziamento del Comune o di alcuni privati che possono farsi pubblicità).

Poi, ci sono tamburi, cimbali e gong che accompagnano le parate e le spettacolari danze tradizionali. Credo che anche qui in Liguria si possano trovare musicisti e danzatori/trici in grado di proporre uno spettacolo che attirerebbe in città una quantità innumerevole di turisti.

Credo, a questo punto, che l’organizzazione non sia impossibile: quando si hanno gli addobbi e gli artisti, basta chiedere lo spazio della piazza al Comune.

In questa manifestazione, però, al di là degli aspetti scenografici, ci vorrebbe anche qualcuno che facesse comprendere a tutti noi il significato profondo del Capodanno: un nuovo inizio, in famiglia, in casa, fuori casa, con tutte le tradizioni e la cultura orientale.

Sarebbe un ponte di pace e di amore tra due antiche civiltà. Ed è ciò che il giovane Meike con il suo entusiasmo e la sua purezza ci suggerisce.

Forse, un politico visionario e intelligente, potrebbe capirne l’affascinante spettacolarità e il simbolismo globale: non suscitare più odio e divisioni che aumentino la sofferenza nel mondo ma credere nella conoscenza, nel rispetto e nella condivisione.

(Renata Rusca Zargar)