image_print

 

Villanova d’Albenga. L’ultima riunione di agosto all’ Ippodromo dei Fiori di Villanova d’Albenga ha visto mettersi in luce due protagonisti: Massimiliano Castaldo e Cosimo Cangelosi.
Castaldo si è aggiudicato prima il Premio Roma (seconda corsa in programma) con Deltaplano Jet (cb 4 anni, figlio di Viliam e Seredova Power di proprietà del signor Daniele Demuru) con il tempo sul km di 1’15”4 e successivamente il Premio Firenze (quarta corsa) con Enos (mb 3 anni, figlio di Napoleon Bar e Zamia bio, di proprietà del signor Angelo La Rocca) su km in 1’17”.

Cangelosi ha avuto invece la meglio nella sesta (Premio Palermo) e settima corsa (Premio Venezia) rispettivamente alla guida di Evolution (mbo figlio di Ideale Luis e Onda Lunga Spin, di proprietà della scuderia Cangelosi in 1’18”7) e di Auguri Op (cb 7 anni, figlio di From Above e Around The World, di proprietà della Scuderia Abrazac, in 1’15”4).

Nella altre tre corse a vincere sono stati Fakir Roc (mb di 2 anni, figlio diWishing Stone e Paris Roc, di proprietà della Scuderia Sant’Eusebio) col tempo sul km di 1’16”4 e guidato da Andrea Demuru; Castellamzam SA (fb 5 anni, figlia diFilipp Roc e Libia Giampe di proprietà del signor Attilio Savi) in 1’15”3 e guidata da Marco Castaldo; Briseide SL (fb 6anni, figlia di Daguet Rapide e Sassicaia di proprietà del signor Alessandro Catalano) in 1’14”, miglior tempo della serata e guidata da Flavio Martinelli. Di buon livello il montepremi della serata che superava i 35 mila euro e discreto afflusso di pubblico di appassionati che hanno seguito con grande interesse le avvincenti sette corse messe in cartello per chiudere le riunioni di trotto di agosto.
(Claudio Almanzi)