image_print

Policoro. È tornato nella sua città di residenza, ma come poter dimenticare il successo che sta ottenendo.

Dopo la partecipazione al primo Festival della Canzone Cristiana di Sanremo, nei giorni 3, 4 e 5 di febbraio 2022, presso l’auditorium del sant’Orione, rilasciò caldo una intervista alla postazione fissa di Radio Vaticana presente in tutti i giorni del Festival, per promuovere la Christian music, poco conosciuta in Italia.

Stiamo parlando del noto cantautore lucano Antonio Labate.

Tra lui e i giornalisti: Giancarlo La Vella, Andrea De Angelis e il Direttore di Radio Vaticana News Massimiliano Menichetti, a prima vista nacque subito una dirompente simpatia.

L’entusiasmo di Labate, infatti, contagia tutti, soprattutto quando parla di Papa Francesco, al quale ha dedicato più di una canzone e che, se mai lo avesse incontrato, non gli avrebbe baciato solo le mani, ma anche i piedi!

Dopo Sanremo, Radio Vaticana decide di aprire un “portone” alla Christian Music, con una rubrica intitolata “Note di Christian Music”, e Antonio Labate viene invitato a partecipare in data 29.03.2022 e successivamente in data 29.05.2022.

Il cantautore, porta-bandiera della sua Basilicata, ha presentato la canzone “I nostri Angeli” (con la quale partecipò al Festival di Sanremo) e una canzone dedicata alla Madonna della Pietà di Crosia, intitolata “Crosia terra di Maria”. Ed, inoltre, in anteprima assoluta il provino della canzone “Evviva Papa Francesco”, che ha trasmesso la gioia tra gli addetti ai lavori della stessa radio, che tutti insieme.” hanno improvvisato una bellissima “ola”.

Grande soddisfazione per Antonio Labate, che ha invitato i giornalisti e tutto lo staff tecnico di Radio Vaticana e venire in Basilicata, per visitare la terra di Dio, come la definisce Labate in una sua bellissima canzone, per visitare in primis Rotondella, il balcone sullo Jonio, riconosciuto in una trasmissione della Rai il terzo borgo più bello d’Italia, che ha dato i natali al nostro cantautore e poi la bellissima Policoro (ove risiede), Città delle fragole e della pace, centro del metapontino, cosiddetto “California del sud”, per le sue specialità ortofrutticole e poi ci sono i fagioli di Sarconi, il vino del vulture e quello dei calanchi di “terra aspra”, il canestrato di Moliterno, i Laghi di Monticchio, i Sassi di Matera, il Cristo di Maratea e la Città “Astronave” di Potenza. Insomma, un misto e di musica e di bellezza, di spiritualità e gastronomia, perché la vita è musica & poesia, è gioia & armonia.

Labate ama profondamente la sua terra, ma soprattutto ama la vita e chi la vive, e trasforma tutto in un accorato canto di lode a Dio!

Sanremo, Radio Vaticana, concerti…

Vogliamo ricordare che in passato, oltre a cantare le lodi a Dio e ai sui suoi Santi (numerose le canzoni a loro dedicate), il cantautore ha tenuto tanti apprezzati concerti (Austria, Svizzera, Germania, Albania, Belgio, Argentina, Brasile, Bolivia, Canada…) interpretando sue delicate poesie-canzoni e versi dei poeti lucani, meritandosi l’appellativo, che rimane e nessuno può togliergli, di “Messaggero della Cultura lucana nel mondo”.

Nelle foto: 1) Antonio Labate con il Direttore di Radio Vaticana News Massimiliano Menichetti. 2) Il cantautore con la sua chitarra. 3) Antonio Labate con i conduttori di Radio Vaticana Giancarlo La Vella e Andrea De Angelis. 4) L’artista con i due conduttori della trasmissione di cui è stato ospite.

(Nino Bellinvia)