1

Massimo Ranieri torna il 18 novembre con l’album “Tutti i sogni ancora in volo”

 

Milano. «Vale la pena fare nottate intere per realizzare un progetto nel quale ci credi, e io ci credo molto: evviva la musica».

Lo ha confidato Massimo Ranieri a proposito del suo nuovo album di inediti “Tutti i sogni ancora in volo” in uscita venerdì 18 novembre per Ra.Ma 2000 International – Ada Music Italy – Warner Music Group in versione cd e vinile 180 gr, in due edizioni numerate e limitate, rosso e blu.

L’album è frutto della collaborazione con Gino Vannelli, interprete, compositore e produttore di origine italiana che, dopo aver realizzato il precedente lavoro di Massimo Ranieri “Qui e adesso” pubblicato nel 2020, ha prodotto e curato gli arrangiamenti anche di questo disco.

«Questo è il secondo album nato dalla collaborazione con Gino Vannelli, uno dei più grandi artisti conosciuti da sempre – ha ribadito l’artista – Ho scelto ancora lui perché si è instaurato tra noi un rapporto sincero e profondo di amicizia e d’affetto e questo mi ha spinto a lavorare ancora insieme».

Gino Vannelli ha registrato e mixato tutte le canzoni presso gli Inka Studio di Troutdale, nell’Oregon, mentre la voce di Massimo Ranieri è stata registrata presso il Forum Studios di Roma.

«Quando l’ho chiamato si è reso subito disponibile ed è iniziata la nostra avventura in sala d’incisione che si è interrotta solo per un periodo a causa della pandemia, ma poi ripresa con lo stesso entusiasmo perché credevamo e crediamo nei brani scelti – ha ricordato – Sono canzoni di importanti cantautori come Ivano Fossati, Giuliano Sangiorgi, Pino Donaggio, Pacifico, Bruno Lauzi: sono molto belle e quindi ci hanno spinto a lavorare ancora meglio».

“Tutti i sogni ancora in volo” è il primo disco, dopo quello del 1997, che contiene brani inediti scritti per Massimo Ranieri da alcuni grandi cantautori italiani.

«Questo album è stato portato a termine con grandi peripezie, lavorando di notte tra Roma e Portland con grande entusiasmo e gioia infinita: sicuramente seguiranno altre collaborazioni e non finirò mai di ringraziare Gino proprio per questa amicizia profonda e grande stima che ci lega».

Gino Vannelli ha voluto aggiungere la sua sulla lavorazione del disco.

«All’inizio ero scettico circa la scelta delle canzoni da parte di Massimo – ha confessato il musicista italo-americano – Durante la stesura degli arrangiamenti, cercando il modo migliore di adattarli perfettamente alla sua voce, non ho potuto fare altro che confermare la saggezza delle sue scelte: il risultato finale è un lavoro artistico degno di nota che porterà sicuramente gioia a molte persone».

“Tutti i sogni ancora in volo” ha avuto una lunga genesi, oltre un anno e mezzo di lavoro, intervallato da numerosi periodi di pausa, dalla pandemia di covid-19 alla partecipazione allo scorso festival di Sanremo dove Massimo Ranieri ha vinto il Premio della Critica Mia Martini con il brano “Lettera di là dal mare”, i numerosi impegni teatrali, la pubblicazione del libro omonimo fino alla lavorazione della nuova fiction televisiva “La voce che hai dentro”, prodotta da Lucky Red, e attualmente ancora in fase di realizzazione, e che andrà in onda nel 2023 su reti Mediaset e Netflix.

Un ulteriore ritardo alla lavorazione del disco è stato causato dall’incidente durante lo spettacolo al teatro Diana di Napoli, dove l’artista ha riportato una leggera frattura alle costole che non ha in alcun modo frenato la sua incessante creatività.

Il nuovo singolo “Lasciami dove ti pare” porta la firma dei fratelli Carlo e Niccolò Verrienti: un brano solare e malinconico al tempo stesso che descrive, con grande tenerezza, la fine di una storia d’amore e lo fa con la consapevolezza e l’augurio di lasciare sempre qualcosa di importante nei ricordi e nel vissuto della persona amata. Il videoclip animato che accompagna l’uscita è stato ideato e realizzato in computer grafica da Marco Pavone: racconta la storia di un uomo che si prepara per una serata di gala insieme alla bella moglie. Ma involontariamente scorge una notifica sullo schermo del cellulare dell’amata. Si tratta di un messaggio galante di un uomo rivolto alla sua bella, e l’insicurezza si impossessa di lui, facendolo sentire piccolo, insignificante. Un’amante? Un corteggiatore? Il suo amore è al capolinea? Tutto in un secondo; dubbi laceranti che lo riducono letteralmente alle dimensioni di una mela. L’omino dovrà salvarsi da questa sua nuova condizione.

Massimo Ranieri presenterà per la prima volta queste nuove canzoni dal vivo in concerto.

“Tutti i sogni ancora in volo” ha un po’ di Puglia con il featuring di Mario Rosini di Gioia del Colle in “La mia mano a farfalla”, “Quella porta”, “Lasciami dove ti pare”, “Tutto quello che ho”, “Canzone con le ruote”, “Asini” e “Lasciami dove ti pare”, il backvocals di Chiara Ceo di Acquaviva delle Fonti in “Quella porta” registrata al Rosini’s studios di Laterza (TA), il produttore è Mario Limongelli di Spinazzola e, non ultimo, Giuliano Sangiorgi che ha scritto per Massimo “È davvero così strano”.
(Franco Gigante)