image_print

Con un’Appendice sulla pesca delle occhiate

Enrico della Rocca è una persona come tante che, però, ha avuto fin da quando era bambino la passione della pesca. Per molti anni, ha praticato diverse tipologie di pesca sportiva nel Mar Ligure, sua località di origine, essendo anche un buon nuotatore.

Poi, si è trasferito per lavoro a Capri, passando così da un’acqua qualche volta, almeno in questi ultimi tempi, avara di pesci a quello che si può definire un vero e proprio Paradiso.

In situazioni molto diverse, dunque, Enrico, detto anche sull’isola “Il pescatore milanese” per aver vissuto molti anni a Milano,  ha accumulato, quindi, ricette e segreti per non tornare mai a casa a mani vuote. Inoltre, nel 2015 ha contribuito a fondare “L’amo di Capri”, di cui tuttora è Vicepresidente, un’associazione per la pesca sportiva/ricreativa che ha come obiettivo la valorizzazione e la tutela dell’ambiente marino e della pesca oltre all’educazione dei giovani  alla cultura del mare.

Ha deciso, allora, di pubblicare un libro per tutti quelli che vogliano iniziare lo sport della pesca e per quelli che vogliano migliorare le loro prestazioni.

Il testo “Pesca a canna fissa per tutti” è, appunto, incentrato su tale tipo di pesca. Indicativo è anche il  sottotitolo, che indica il suo lungo percorso esperenziale:  “Dalla Liguria a Capri”.

Enrico il pescatore è un esperto di pesca del totano da terra, ad esempio, di spinning, e molto altro, “ma -egli afferma – la canna fissa è la base di tutto, perché chi si approccia alla pesca utilizzando la fissa anzitutto incomincia a farsi esperienza con un’attrezzatura più contenuta e, senza spendere molto, inizia a capire cosa gli potrebbe interessare per il futuro. Diciamo che è la scuola base, anche a livello manuale il fatto di saper gestire canne di 7/9 metri, rende più facile l’approccio con altre tecniche.” Per questo egli ha scelto di trattare dettagliatamente per primo questo argomento.

Nel libro, oltre alle varie pasture, alle ricette artigianali, ai consigli su tarature, gommini, galleggianti, ami, nodi, esche, pastella ecc., cioè tutto quanto deve imparare o approfondire un pescatore,  egli ha voluto, infine, inserire un’Appendice su un’antica tradizione caprese di pesca alle occhiate. Un vero e proprio omaggio alla terra feconda che lo ospita.

Così, leggendo il libro, sembra quasi di vederli, i pescatori capresi, su una ripida scogliera a ridosso delle onde che masticano pane e formaggio e lo sputano nell’acqua. Se non fanno errori, porteranno a casa anche 25-30 occhiate di buon peso. Proprio nel retro copertina è raffigurata, infatti, l’immagine di una tipica scogliera caprese.

Il volumetto, disponibile su Amazon sia cartaceo che ebook, è arricchito di foto sia per far meglio comprendere i soggetti trattati che per mostrare le pescate, rigorosamente vere, con semplicità e sincerità.

Qui si può leggere un estratto:

Amazon.it: PESCA A CANNA FISSA PER TUTTI: tra la Liguria e Capri In Appendice: tipica pesca caprese delle occhiate – della Rocca, Enrico – Libri
(Renata Rusca Zargar)