image_print

 

Genova. Anche la Liguria sarà interessata nelle prossime ore da un nuovo passaggio perturbato, che porterà ancora pioggia, neve (sulle cime più alte), vento forte e mareggiata fra domenica e lunedì.

A fronte delle ultime uscite modellistiche e delle condizioni attuali del terreno, Arpal ha emanato i seguenti livelli di allerta per possibili effetti al suolo causati da temporali e piogge diffuse, che sono stati valutati localizzati:

Zona A: gialla (bacini piccoli e medi) dalle 22 di oggi sabato 2 marzo alle 18 di domani domenica 3 marzo; bacini grandi dalle 00 alle 18 di domani domenica 3 marzo.

Zona B: gialla dalle 00 alle 23.59 di domani domenica 3 marzo.

Zona C: gialla (bacini piccoli e medi) dalle 14 alle 23.59 di domani domenica 3 marzo.

Zona D: gialla (bacini piccoli e medi) dalle 00 alle 18 di domani domenica 3 marzo; bacini grandi dalle 06 alle 18 di domani domenica 3 marzo.

Zona E: verde.

Come sempre, eventuali rivalutazioni verranno effettuate in base agli aggiornamenti modellistici e la sala operativa sarà presidiata h24.

Si comincia questo pomeriggio a ponente con una bassa probabilità di temporali forti: i primi episodi anche moderati prepareranno l’atmosfera per i fenomeni più intensi, in estensione verso il centro nella nottata e il levante domani, nella seconda parte della giornata. Le precipitazioni saranno sotto forma di temporali forti, accompagnati anche da qualche fulmine, piogge diffuse e neve: sarà debole nell’entroterra di A-E a partire dai 1000 m, moderata sulle cime più elevate di A.

La parte più attiva, con precipitazioni localmente intense e cumulate elevate, si avrà proprio domani, quando venti intensi da est-sud-est soffieranno su tutta la regione per almeno nove ore, con raffiche che potranno superare i 100 km/h.

Domenica aumenterà anche il moto ondoso: dal pomeriggio mareggiata su tutte le coste, in particolare sul centro-levante, dove attorno a mezzanotte il periodo, ossia l’intervallo di tempo fra un’onda e l’altra, sarà intorno ai 9-10 secondi. Potrà essere seguita grazie ai dati rilevati dalla boa ondametrica, ripristinata con l’inizio del nuovo anno al largo di Capo Mele, e consultabile a questo indirizzo: https://cmi-servizi.arpal.liguria.it/boacapomele.html

Ecco l’AVVISO METEOROLOGICO emesso in mattinata:

SABATO 2 MARZO: Aumento dell’instabilità dal pomeriggio per l’approssimarsi di una nuova perturbazione con precipitazioni anche a carattere di rovescio o temporale in progressiva intensificazione. Dal tardo pomeriggio bassa probabilità di rovesci o temporali forti su ABD, dalla serata alta probabilità su A. Venti meridionali fino a forti anche rafficati su tutte le zone.

DOMENICA 3 MARZO: Precipitazioni diffuse fino a moderate su BCE, fino a forti su AD, cumulate areali elevate su AD e significative altrove; locali rovesci/temporali su Centro-Ponente in estensione al resto della regione con alta probabilità di fenomeni forti su ABCD, bassa su E. Nevicate deboli intorno ai 1000 metri sui rilievi alpini di A, moderate a quote superiori; deboli nevicate sopra i 1000- 1200 m su E. Venti di burrasca forte con raffiche fino 80-100 km/h, localmente superiori. Mareggiate intense dal tardo pomeriggio per onda lunga (8-9 S) da Sud-Ovest.

LUNEDI’ 4 MARZO: Nelle prime ore della notte precipitazioni residue sopra i 1000-1200 metri, in particolare sui rilievi di A. Venti tra moderati e forti su AB con rinforzi intorno ai 40-50 km/h. In mattinata mareggiate su tutte le zone, più insistenti su C e parte orientale di B, per onda lunga da Sud, Sud-Ovest; calo del moto ondoso a partire da Ponente dalla tarda mattina.

La Sala Operativa Regionale resterà aperta per tutta la durata dell’allerta.
(C.S.)